Qualche giorno fa il Sottosegretario Giovanardi ha presentato il Rapporto annuale al Parlamento sull’uso di sostanze stupefacenti e sullo stato delle tossicodipendenze in Italia, ALA Milano pone una riflessione sugli sbalorditivi dati emersi che sono in contrasto con anni di esperienza diretta. Non possiamo comunque che rallegrarci del grande traguardo raggiunto di un milione di consumatori occasionali in meno rispetto al 2008, visto gli scarsi investimenti, la frantumazione delle azioni preventive, le risorse sempre più limitate e la totale assenza di programmi a medio e lungo periodo.
Leggendo il Rapporto completo disponibile sul sito del Dipartimento Politiche Antidroga ci siamo resi conto di non essere gli unici ad esprimere perplessità, sotto il capitolo “Realizzazione dello studio” si può leggere: “Dal punto di vista metodologico va evidenziato che la particolarità del fenomeno oggetto di studio ed il metodo di rilevazione, che pur fornendo maggiore affidabilità delle informazioni rilevate, influisce sul livello di rispondenza (dato inferiore alla media europea), comportando quindi una probabilità molto elevata di distorsione dell’informazione rilevata.”

Il 26 giugno è la giornata mondiale della lotta alla droga, a nostro parere i proclami non servono, quindi auspichiamo che nel nostro paese si possa delineare una volta per tutte una strategia di lotta alla droga a 360°, che nasca dall’esperienze maturate da migliaia di operatori del pubblico e del privato sociale che quotidianamente lavorano per curare, prevenire e aiutare le persone con problemi di dipendenza.

Leggi il comunicato stampa di Ala Milano

Pin It on Pinterest

Share This