Tratta area milanoYuri Guaiana, consigliere radicale di Zona 2 ed estensore della mozione, dichiara: “Il Consiglio di Zona 2 offre alla Giunta un metodo di governo del fenomeno del lavoro sessuale su strada che prenda in considerazione le richieste di tutti i soggetti interessati dai cittadini, che desiderano il rispetto del decoro e della quiete pubblica, alle lavoratrici e i lavoratori del sesso, che hanno diritto a svolgere la loro attività in condizioni dignitose. Spero che la Giunta ascolti la voce del territorio e dia seguito a questa mozione, la quale si rifà all’esempio di Mestre che ha avuto successo portando anche a una riduzione del numero di persone che offrono servizi sessuali su strada”.

Ci sembra una proposta interessante al fine di scardinare l’ipocrisia diffusa sul tema della prostituzione, con l’augurio che possa scaturire una seria riflessione sul tema, fuori dalle logiche ideologiche, possibilmente ancorata alla realtà dei fatti nell’ottica di tutelare la salute e non solo delle persone dedite alla prostituzione, nonché delle centinaia di cittadini e cittadine che quotidianamente usufruiscono delle loro prestazioni.

Pin It on Pinterest

Share This