Movida Responsabile 2018

 

Il progetto, della durata di 18 mesi, si propone di sperimentare nell’area milanese un sistema integrato di riduzione dell’incidentalità notturna alcol-droga correlata nella popolazione giovanile che frequenta i luoghi del divertimento notturno. Il lavoro si basa su un approccio di sistema che prevede il coinvolgimento di una pluralità di soggetti del territorio (enti locali, F.F.O.O., gestori di locali notturni, privato sociale, aziende profit) e multi-intervento.

 

Obiettivi

  • Potenziare il coordinamento dei soggetti del territorio milanese
  • Ridurre la propensione alla guida in stato d’alterazione nei giovani che frequentano i locali notturni milanese
  • Aumentare i fattori protettivi ambientali
  • Valutare l’applicabilità del modello di sistema ad altre realtà urbane italiane (Foggia-Trapani)

Azioni:

  • Formazione ai gestori dei locali notturni
  • Interventi psico-educativi nei locali notturni
  • Presa in carico di soggetti a rischio
  • Studi di analisi dei fattori di rischio nelle altre regioni coinvolte (Puglia -Sicilia)

Avviato il 1 marzo 2018

 

Aggiornamento al 12 dicembre 2018

Sosafe-nights-1no trascorsi ormai quasi 9 mesi dall’avvio del progetto #MovidaResponsabile, che vede impegnata ALA Milano Onlus nella sperimentazione di un sistema integrato per ridurre l’incidentalità notturna alcol-droga correlata nella popolazione giovanile che frequenta i luoghi della movida milanese.

Il consumo di alcol e altre sostanze è un tema “caldo” quando si parla di vita notturna. Ogni weekend sono numerosi i giovani e le giovani che trascorrono le proprie serate nei locali bevendo alcolici e/o assumendo qualche tipo di altra sostanza. Le conseguenze posso essere molteplici, a seconda delle modalità e delle quantità di consumo, ma la guida in stato alterato costituisce un problema di particolare rilievo.

All’interno di questo scenario si trova ad operare il Team Nightlife di ALA Milano Onlus, composto da psicologi ed educatori che ogni fine settimana somministrano alcol test gratuiti ai frequentatori dei locali (discoteche, bar e pub) o a coloro che si ritrovano a trascorrere le loro serate nei principali punti di ritrovo (piazze e altri spazi all’aperto) del capoluogo lombardo.

Ad oggi sono stati svolti 48 interventi, per un totale di circa 2000 etilometrie gratuite somministrate, ma il lavoro svolto dal Team Nightlife va ben oltre i numeri: il focus è instaurare delle relazioni significative e non giudicanti con i giovani e le giovani per promuovere un consumo di alcolici che non infici negativamente sul rientro a casa in auto.

Grazie all’utilizzo di questionari, sviluppati a partire dalla letteratura scientifica, gli operatori e le operatrici accompagnano l’utenza ad acquisire maggior consapevolezza sul proprio stato di alterazione, sulle quantità di consumo adeguate (per l’alcol) per una guida entro i limiti, sulle sanzioni del codice stradale e sulle buone prassi per un divertimento sicuro.

Ciò avviene spesso decostruendo falsi miti e luoghi comuni sull’alcol e l’etilometro: per esempio, ricordiamo molto spesso alle persone che non ci sono metodi per fregare l’etilometro (cucchiaio d’olio, gomma da masticare alla menta, ecc…), ma solo consumi che consentono all’etilometro di fermarsi sotto lo 0,5 g/l (0,00 per neopatentati). Tali consumi variano da soggetto a soggetto in base a:

  • peso corporeo,
  • genere (a parità di peso, in media le donne subiscono maggiormente gli effetti dell’alcol rispetto agli uomini, per una differenza di estensione del tessuto adiposo)
  • bere a stomaco vuoto o pieno.

Ciò che suggeriamo è di:

  • aspettare sempre prima di mettersi alla guida dopo aver bevuto, almeno 15 minuto dall’ultimo sorso,
  • contenere il numero di consumazioni,
  • accompagnare le bevande alcoliche con del cibo (in modo da rallentare lo svuotamento gastrico),
  • alternare una bevanda alcolica ad una non alcolica, per ridurre l’effetto di disidratazione provocato dall’alcol.

Questi sono gli ingredienti per un cocktail perfetto e per divertirsi sicuramente!

Il progetto “Movida responsabile” è realizzato in partnership con l’Assessorato alla Sicurezza e coesione sociale, Protezione civile, Volontariato del Comune di Milano, ATS Città Metropolitana di Milano, Saman Servizi coop., EPAM (Associazione provinciale milanese dei pubblici servizi), l’organizzazione di driver UGO.

Seguici

Community

Sostienici

Info Utili

Servizi

Pin It on Pinterest