La domanda più frequente che i genitori ci pongono è come proteggere i propri figl* dai pericoli della rete, ma spesso, cari genitori, non vi accorgete che siete i primi ad esporre a rischi i vostri bambini e le vostre bambine.

Giochi come quello in foto, le varie #mammachallange, “sfida delle mamme” (ma vale anche per i papà!) non dovrebbero avere seguito.

Questi giochi apparentemente innocenti, condivisi bonariamente sui social e che diventano virali, richiederebbero maggiore cautela e attenzione.

PUBBLICARE E CONDIVIDERE INFORMAZIONI PRIVATE E FOTO DEI VOSTRI BAMBIN*

di fatto regala informazioni a sconosciuti e tra questi, potrebbero esserci malintenzionati che proprio in rete cercano dati di questo tipo per adescare con facilità ignari bimbi e bimbe.

Ricordate l’inquietante film con Robin Williams “One hour Photo”? La meticolosa ricerca del perfido Seymour “Sy” Parrish, il sinistro protagonista del film, sarebbe molto più semplice ai giorni nostri, gli basterebbe infatti, un profilo facebook o instagram per spiare le vite delle sue potenziali prede.

Attenzione quindi a dare indicazioni sulle routine dei vosti figl*: il giorno in cui pratica sport, musica, il parco giochi preferito, le abitudini o quei particolari intimi che solo un* di famiglia può sapere.

Torniamo alla challenge che spopola in questi giorni sui social. Pensate a quante informazioni sono state rese disponibili a chiunque e come una persona non bene intenzionata potrebbe avvicinare e dialogare con serenità coi vostri bambin*, grazie proprio alle confidenze rese pubbliche da voi.

Evitate questi giochi e se ne avete preso parte, cancellate i post. Proteggete voi i vostri bambin* prima di chiedere a loro di proteggersi.

Pin It on Pinterest

Share This