Blog

Tutti i post di ALA Milano Onlus
Covid e prostituzione: “il vaccino anche alle operatrici del sesso, ad alto rischio contagio”

Covid e prostituzione: “il vaccino anche alle operatrici del sesso, ad alto rischio contagio”

Ai microfoni di Fanpage abbiamo parlato di prostituzione e Covid. Un accostamento necessario eppure che non èstato minimamente tenuto in considerazione, “Superfluo sottolineare che questa attività preclude un contatto fisico molto diretto e quindi con altissimo rischio di contagio”, spiega a Fanpage.it il presidente, che aggiunge: “Eppure nessuno parla di vaccinare contro il Covid le prostitute”. La pandemia ha colpito tutti, ma ha solcato una divisione ancor più netta tra “persone visibili” e “invisibili” tra cui le e i “sex worker” che si sono trovati completamente in solitudine, senza poter usufruire degli ammortizzatori sociali, senza nessun tipo di tutela.
“Non includere la categoria delle operatrici del sesso nel piano vaccinale anti Covid è un errore in termini di salute pubblica” è la conclusione a cui giunge Vincenzo Cristiano lanciando così un monito che speriamo venga colto.

Se vi siete persi l’intervista di Fanpage al nostro Presidente Vincenzo Cristiano, è tempo di recuperarla cliccando sull’intervista completa.

 

 

IL NOSTRO 2020

IL NOSTRO 2020

Come ogni anno che si conclude, ci si guarda un po’ indietro cercando di ripercorrerlo, ripensarlo e trattenere i ricordi migliori o più utili per trovare nuovi slanci e affrontare nuove sfide.

Nella particolarità di questo 2020, sono stati tanti i progetti iniziati, conclusi, le collaborazioni strette o consolidate…vi raccontiamo il nostro “Best of 2020”! Buona lettura!

SCUOLA ED EDUCAZIONE

L’avvento della pandemia ha completamento rivoluzionato il mondo della scuola che ha dovuto reinventarsi, attraverso la didattica a distanza, per poter garantire formazione ed educazione a studenti e studentesse. Di riflesso, anche la nostra area dei progetti di prevenzione nelle Scuole ha dovuto rimodulare gran parte della propria offerta e delle proprie modalità di intervento incontrando non poche difficoltà. Nonostante ciò, sono stati diversi i progetti realizzati nel 2020 che hanno coinvolto giovani e adulti. leggi tutto…

INSIEME AL MUNICIPIO 1 PER LA PREVENZIONE ALL’USO/ABUSO DI ALCOL E SOSTANZE PSICOTROPE

INSIEME AL MUNICIPIO 1 PER LA PREVENZIONE ALL’USO/ABUSO DI ALCOL E SOSTANZE PSICOTROPE

I “nuovi” stili di consumo pongono evidenti e stringenti interrogativi e soprattutto impongono la necessità di strategie preventive mirate.

Emerge oggi una figura di consumatore atipico rispetto all’alcolista/tossicodipendente “tradizionali”, che non sembra percepire il rischio connesso ai suoi comportamenti, rifugge dalla stigmatizzazione (l’alcolista o il drogato), considera il proprio consumo come un comportamento dotato di caratteristiche di diffusione (“lo fanno tutti”), episodicità (“lo faccio solo nel week-end”), compatibilità con uno stile di vita “normale” e non da emarginato (“ma io studio, lavoro…”). La diffusione del consumo di alcol sembra rimanere un problema nascosto, in parte a causa del suo essere parte del patrimonio culturale italiano (consumo alimentare legato specialmente al vino), in parte a causa delle nuove forme di abuso che caratterizzano il mondo giovanile (consumo ricreativo che riguarda soprattutto superalcolici e birra). leggi tutto…

IL NOSTRO PUNTO DI VISTA SULLE SOSTANZE PSICOTROPE

IL NOSTRO PUNTO DI VISTA SULLE SOSTANZE PSICOTROPE

La nostra posizione concettuale parte dal presupposto che tutte le sostanze psicotrope sono pericolose in quanto legate ad una dimensione di ricerca di piacere e benessere che, se effettuata attraverso l’utilizzo di sostanze, può determinare rischi spesso non controllabili per la salute psicofisica propria e altrui. Il pericolo nel ricercare il piacere attraverso un’alterazione dello stato mentale non è dovuta solo alle possibili complicanze collaterali che ogni sostanza può portare con sé, ma anche al fatto che aumenta la possibilità di entrare in un rapporto abitudinario con le sostanze stesse (dipendenza psicologica) riducendo il campo di scelta del singolo individuo. leggi tutto…

DIVENTA LOVE SPEECHER!!!

DIVENTA LOVE SPEECHER!!!

LOVE SPEECH è un progetto di sensibilizzazione volto a contrastare i discorsi di incitamento all’odio che ruotano attorno a razzismo, discriminazioni di genere, di orientamento sessuale, religioso, bodyshaming.

È infatti, all’”hate speecher” che vogliamo rispondere promuovendo la cultura dei “love speecher”!

Diventa anche tu “Love Speecher” a aiutaci a combattere i discorsi d’odio sul razzismo.

Condividi da Youtube il nostro ultimo video spot “SIAMO TUTTI UGUALI”, realizzato con il contributo dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR), all’interno della XVI settimana d’azione contro il razzismo 2020.

Taggaci e usa l’hashtag #siamotuttiuguali leggi tutto…

LA LEGGE ANSELMI COMPIE OGGI 43 ANNI… QUAL È IL BILANCIO?

LA LEGGE ANSELMI COMPIE OGGI 43 ANNI… QUAL È IL BILANCIO?

La legge n. 903 del 9 dicembre 1977 sulla parità di trattamento tra uomini e donne in materia di lavoro è al suo 43esimo compleanno. Meglio nota come “Legge Anselmi” dal nome della Ministra del lavoro del tempo, Tina Anselmi, prima donna ministra della Repubblica eletta un anno prima.

Possiamo parlare ancora di discriminazione delle donne nel mondo del lavoro?
Purtroppo si, sotto numerosi aspetti: leggi tutto…

Seguici

Community

Sostienici

Info Utili

Servizi

Pin It on Pinterest

Share This