Grazie alla segnalazione di un video realizzato a Bansoa, non lontano da Dschang (Cameroun), siamo venuti a conoscenza della triste storia di una madre di 10 figli abbandonata dal marito, che prima del Covid 19, attraverso un piccolo commercio, riusciva a sfamare tutta famiglia. Purtroppo con la messa in quarantena legata alla pandemia, ha dovuto lasciare i figli alla madre per cercare fortuna a Douala. I bimbi più piccoli vivevano in uno stato di indigenza totale. Grazie alla catena di solidarietà partita dal Dr SANOU SOBZE (Presidente del Projet intégré pour la promotion de l’auto développement (PIPAD) che ha subito coinvolto MAFFO Suzana SANDOZ, Annette DJUA (présidente del Réseau des Femmes de la Menouae) e il nostro presidente Vincenzo Cristiano, si è riusciti a dare una prima risposta ai loro bisogni e ad attivare una catena di solidarietà con diversi volontari che ha permesso ai bambini di ricevere cure e sostegno.

Siamo felici di aver fatto parte di questa storia che, almeno per ora, sembra avere un lieto fine.

Guarda il video

 

 

Pin It on Pinterest

Share This